LAVORATRICI MADRI - MISURE ALTERNATIVE AL CONGEDO PARENTALE: MANCATA PROROGA

Con messaggio 3 aprile 2019, n. 1353, l’INPS ha ufficializzato che la Legge di Bilancio per il 2019 non ha rinnovato la normativa sulle misure alternative al congedo parentale per le lavoratrici madri. Conseguente, a partire dal 1° gennaio 2019 le lavoratrici madri non possono più presentare la domanda per l’accesso, in alternativa al congedo parentale, al contributo per l’acquisto di servizi baby-sitting, ovvero al contributo per pagare l’asilo nido nella rete dei servizi pubblici o privati accreditati.

Il messaggio ha, altresì, fornito le informazioni e i termini per la fruizione del contributo in parola per le lavoratrici che hanno presentato domanda entro il 31 dicembre 2018.

Gli eventuali mesi interi di beneficio non fruito entro tali termini, verranno riconvertiti in corrispondenti periodi di congedo parentale.